BENVENUTI

Siete all’interno di un triangolo che trova i suoi vertici nei territori di Orvieto, Bagnoregio e Bolsena. Le Terre della Bellezza. Bellezza che vive in verticale, lungo la facciata del formidabile duomo di Orvieto. Che trova nella natura della Valle dei Calanchi e nella sfida all’erosione dello sperone di Civita un panorama unico. Che è ipnotica e ti conquista nelle acque del lago vulcanico più grande d’Europa: il lago di Bolsena.

ORVIETO

Non un solo passo sarà sprecato. Sei a Orvieto, labirinto di emozioni e viaggio nel viaggio. Sei nel cuore del cuore dell’Italia. Città sacra, che custodisce il corporale macchiato del sangue uscito da un’ostia spezzata a Bolsena.

La dimensione contemplativa è forte e il duomo sembra essere “scolpito” apposta per portare la mente in un’altra dimensione. Lo guardi e sembra non esistere, sembra impossibile che esista. Eppure c’è. Lì, pronto a uscire fuori da quei vicoletti stretti della città medioevale.

Vicoli dove sono custoditi saperi e sapori antichi, degli artigiani e delle botteghe. Orvieto è vento, quello che ti trovi in faccia guardando la valle da uno dei muraglioni poggiati sulla rupe. E’ ipnosi dell’anima, nella bellezza e nella complessità naturale delle linee degli scalpellini. E’ terra di etruschi, città sotterranea, chiese ed enigmi, il sorriso di gente che ti sta aspettando.

CIVITA DI BAGNOREGIO

Devi esserci stato, almeno una volta. Perché la vita la capisci meglio da qui. Civita di Bagnoregio è una domanda che ti porta verso le risposte che stai cercando. Per farlo devi perderti nel gioco a specchio tra vuoti e pieni, nella magia della Valle dei Calanchi.

Tutto questo è candidato a diventare Patrimonio Unesco. Terra in equilibrio precario. Di grandi santi, di formidabili scrittori. Primo fra tutti San Bonaventura, il biografo di San Francesco e l’ispiratore degli affreschi di Giotto nella basilica di Assisi. Bagnoregio è meta turistica di livello internazionale. I veri intenditori raccontano che in questi luoghi argillosi è custodita l’anima più vera dell’Italia.

BOLSENA

Porta il tuo sguardo a riflettersi in un grande occhio blu. Vi innamorerete, fidatevi. Il lago di Bolsena è come una sirena, seduta sul bordo di una valle. Incontrarlo significa fare i conti con secoli di storia, di storie, folclore. Terra del miracolo del Corpus Domini, della santa martire Cristina, del re etrusco Porsenna e del drago Volta.

Tutto è intatto, ancora possibile da vivere. Basta attraversare le vie, salire e affacciarsi puntando verso l’isola Bisentina. La forza del lago vive nei ristoranti locali, accoglienti e pronti ad aprire le porte con il sorriso. Non sarà difficile sentirsi a casa.